Vai al contenuto

Resoconto di viaggio: Una straordinaria avventura attraverso il Burkina Faso e il Niger (marzo-aprile 2023)

Dal 27 marzo al 6 aprile 2023, Nico Strong ha intrapreso un viaggio appassionante attraverso il Burkina Faso e il Niger, sperando di attraversare anche il Mali, ma si è trovato di fronte a cambiamenti inaspettati. Questa avventura è stata un'esperienza che ha aperto gli occhi, con i paesaggi vividi, le culture vibranti e la generosa ospitalità di queste nazioni dell'Africa occidentale. Questo reportage vuole offrire una panoramica delle destinazioni di viaggio del Burkina Faso e del Niger, spesso trascurate ma dal fascino unico.

Burkina Faso

Ouagadougou e regioni limitrofe

Il 27 marzo, Nico è atterrato all'aeroporto di Ouagadougou con un visto all'arrivo (VOA) pronto per i titolari di passaporto statunitense. Dopo aver ottenuto il VOA per 110.000 CFA, il 28 marzo ha richiesto il visto per il Mali. Quel giorno ha anche intrapreso una gita di un giorno a Tiebele per assistere alle famose case dipinte, uno spettacolo davvero unico e bellissimo.

Nonostante le preoccupazioni sulla sicurezza stradale in Burkina Faso, i viaggi diurni sono stati abbastanza sicuri, il che suggerisce che la sicurezza è migliorata sostanzialmente.

Bobo-Dioullasso e Banfora

Il 29 marzo i viaggiatori si sono recati a Bobo-Dioullasso, fermandosi al lago dei coccodrilli di Bazoule e assaporando il miglior succo di zenzero della mia vita per pranzo a Boromo. Una volta arrivati a Bobo-Dioullasso, hanno visitato l'indimenticabile moschea di fango e hanno dato un'occhiata alla storia nel quartiere antico della città. Hanno anche avuto la possibilità di assaggiare la birra fatta in casa, nota come dolo.

Il giorno seguente, hanno visitato la stazione ferroviaria coloniale e si sono diretti a Banfora, dove i picchi di Sindou e le cupole di Fabedougou hanno offerto una bellezza naturale inaspettata. Tuttavia, a causa di circostanze impreviste relative ai visti per il Mali, sono dovuti tornare bruscamente a Ouagadougou per richiedere un visto per il Niger.

Il 31 marzo, i viaggiatori hanno ottenuto il visto per il Niger, hanno cambiato volo presso l'ufficio AirBurkina e hanno visitato il museo nazionale di Ouagadougou, che presenta un'affascinante esposizione di case tradizionali dei gruppi etnici del Burkina Faso, influenze di leggi tribali e bellissime maschere. Hanno inoltre visitato il monumento agli eroi nazionali e il memoriale di Thomas Sankara e si sono goduti la vista dal bar sul tetto del Celestorium.

Niger

Niamey

Il 1° aprile i viaggiatori hanno raggiunto Niamey, la capitale del Niger, anche se in ritardo a causa di un ritardo del volo. Le misure di sicurezza richiedono una scorta armata per gli spostamenti fuori dalle città, ma le aree urbane sono stabili e sicure.

Niger Airlines

Agadez

Il 2 aprile, con un volo di buon'ora, hanno raggiunto Agadez, dove hanno visitato la grande moschea e ammirato la splendida architettura della regione, tra cui la casa di Henri Barth e la piazza del Martire. Le serate sono state particolarmente affascinanti, favorite dall'atmosfera pacifica del Ramadan.

Il giorno successivo, hanno visitato il palazzo reale del Sultano di Agadez, il mercato della città e alcuni edifici iconici, tra cui l'antico Hotel de L'Aïr, ex palazzo del Sultano.

Ultimi giorni

Dopo un giorno di riposo il 4 aprile e un pasto abbondante a Le Pelier, sono tornati a Niamey il 5 aprile, facendo una passeggiata tra i nuovi edifici della città. L'ultimo giorno del viaggio hanno fatto un giro in barca lungo il fiume Niger, assistendo alla vivace vita locale delle comunità rivierasche.

Hanno visitato il museo nazionale, l'albero di Tenere, la place de la concertation e la grande moschea. Dopo una lunga giornata di esplorazione, hanno preso un volo notturno per Parigi.

Conclusione

Il viaggio attraverso il Burkina Faso e il Niger ha offerto una serie di immersioni culturali, conoscenze storiche ed esperienze memorabili. È stato dimostrato che, nonostante siano fuori dai sentieri battuti dalla maggior parte dei viaggiatori, questi Paesi offrono un'atmosfera incredibilmente amichevole, con la gente del posto che potrebbe essere la più ospitale dell'Africa. Attualmente godono di un relativo periodo di pace, sia il Burkina Faso che il Niger meritano di essere presi in considerazione per la vostra prossima avventura..

Questo articolo si basa su un post di Stefan Samuelsson, pubblicato nel gruppo facebook Ogni timbro del passaporto

Crediti fotografici: Nico Strong

1 commento su “Travel Report: A Remarkable Adventure through Burkina Faso and Niger (March-April 2023)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItalian